Attacchi: perchè parlarne?

Abbiamo deciso di inserire una sezione dedicata agli attacchi, non per sensazionalismo o per gusto del macabro, quanto piuttosto per evidenziare, ancora una volta, quanto il fenomeno degli attacchi sia da considerarsi assolutamente irrisorio nel panorama mondiale.

Come scrivono Notarbartolo Di Sciara e Bianchi sulla Guida degli squali e delle razze del Mediterraneo: “l’enorme quantità di stampa pubblicata sugli attacchi a persone da parte di squali – un aspetto senz’altro di importanza secondaria nel panorama complessivo dell’ecologia di questi pesci – contrasta vivamente con la scarsità di solide conoscenze ecologiche ed etologiche esistenti sugli squali. Gran parte di quanto scritto sull’argomento è, a dir poco, fuorviante e di scarsa utilità per la comprensione del problema, e riflette più aspetti della psicologia umana che non dell’etologia ed ecologia alimentare degli squali.”
Speriamo quindi che questa sezione possa essere di aiuto a comprendere quali siano le cause dei rarissimi attacchi all’uomo, quali le dinamiche che vedono coinvolti gli squali e, in ultima analisi, come saper riconoscere ed evitare le pochissime situazioni veramente a rischio.