Libri sugli attacchi
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Fabrizio   

 

SHARK ATTACKS

Their causes and avoidance

 

di Thomas B. Allen

2001, Constable Publishers – Londra

293 pagine, in Inglese

 

Il libro consiste in un’analisi dei principali attacchi di squalo avvenuti nell’ultimo secolo, suddivisi per area geografica. L’autore, giornalista del National Geographic, si avvale di testimonianze, aneddoti e di documentazione fotografica per spiegare quali siano le cause degli attacchi, le situazioni potenzialmente a rischio e le specie più frequentemente coinvolte. Il linguaggio, non particolarmente tecnico, rende il libro scorrevole e facilmente leggibile da chiunque mastichi un po’ di Inglese. Molto interessanti alcuni aneddoti citati dall’autore che richiamano episodi altrimenti difficilmente reperibili nella maggior parte dei libri.


IMMAGINE NON DISPONIBILE

SHARK ATTACKS

In South African Waters and treatment of victims

 

di Tim Wallet

1983, C. Struik Publishers – Cape Town

184 pagine, in Inglese

 

Il libro, in Inglese e ormai fuori commercio, contiene un’interessante analisi del fenomeno degli attacchi avvenuti sulle coste del Sudafrica. Vengono fornite statistiche relative al numero di interazioni, alle condizioni in cui queste si sono verificate e un esame delle procedure di emergenza applicate alle vittime. Un’ampia sezione è, infine, dedicata all’identificazione di varie specie di squalo con tavole anatomiche e disegni. Il libro, per le tematiche trattate e per la presenza di alcune foto decisamente “forti” scattate a vittime di attacchi, è assolutamente sconsigliato ai bambini e a persone impressionabili.


SHARK ATTACKS of the twentieth century

From the Pacific coast of North America

 

di Ralph S. Collier

2003, Scientia Publishing, LLC

263 pagine, in Inglese

 

Per leggere questo libro è necessario avere tre requisiti fondamentali: conoscere bene l’Inglese, avere uno stomaco forte ed essere robusto. Un tomo di 3kg dall’aspetto simile a quello di un volume di enciclopedia non è certo una lettura “tascabile”. A dispetto di una serie di fotografie un po’ impressionanti, il volume è scritto da una vera autorità in fatto di attacchi. Presidente della Shark Research Committee, Ralph Collier è senza ombra di dubbio l’autorità più competente sul tema attacchi avvenuti sulla costa pacifica degli Stati Uniti. Oltre quarant’anni di dati vengono esaminati caso per caso e in modo scientifico, all’interno di specifici paragrafi. Un’ampia sezione è, infine, dedicata alla presentazione in forma grafica e tabellare dei dati statistici relativi ai casi esaminati.


Gli squali assassini

 

di Alex Maccormick

2004, Newton & Compton editori

285 pagine

 

Il libro è senz’altro atipico nella struttura e nei contenuti. L’autore, anziché fornire l’ennesima pubblicazione che esamina gli attacchi di squalo ed elabora teorie sulle motivazioni che li hanno provocati, presenta i casi di attacco attraverso la penna dei giornalisti. Il libro, infatti, non è altro che una raccolta di articoli giornalistici, dai primi del 900 agli inizi del 2000, estratti da quotidiani di tutto il mondo. Pecca di questo volume è che, visto l’approccio, non si ottengono grandi informazioni se non una cruda descrizione degli avvenimenti.